FUORISALONE 2017 (1) Material-Immaterial di Edy Rulli

 

WP_20170405_12_06_23_Pro

La mostra-evento Interni Material Immaterial si svolge a Milano in occasione del Fuorisalone 2017 in tre diverse sedi urbane: Università degli Studi, Orto Botanico di Brera, Audi City Lab in c.so Venezia 11, con installazioni risultate dallo studio sinergico di affermati progettisti, giovani talenti e aziende di riferimento che con il loro design intendono valorizzare l arte del convivio, gli aspetti più preziosi e quotidiani dell esistenza. Il titolo della manifestazione è facilmente decifrabile, due sono gli aspetti da considerare, uno immateriale rappresentato dal pensiero dell ideatore, l altro la realizzazione pratica e materiale, appunto, che trasforma il progetto in oggetto. Maggiori dettagli delle mostre: #materialimmaterial.

La rivista Interni del Gruppo Mondadori celebra la sua 20° edizione di questa mostra-evento in collaborazione con l Orto Botanico di Brera e la F.lli Guzzini di Recanati nell ambito di un progetto che mira a marginare il grosso fenomeno dell esodo all estero da parte di giovani studenti italiani, ma anche molti stranieri dell Accademia di Brera, che al termine degli studi e per ragioni diverse, sono costretti a lasciare l Italia. Problema grave quello di un vero e proprio depauperamento di risorse preziose che se impiegate sul territorio sarebbero un valido aiuto alla nostra economia. Senza nulla togliere alle altre installazioni, questo post si occupa solo del progetto pilota del pluriennale programma di ricerca Art to be Used, rivolto ad artisti delle arti visive, designer ed esperti di comunicazione che espongono alla Orto Botanico di Brera che sono: Antonio Gramegna, Mariano Moroni, Ermenegildo Pannocchia, Caterina Tosoni, realizzazione dei f.lli Guzzini.

Digitalizzato_20170408

Venice di Marco Pareschi. In un parallelepipedo di 3×1 mt. esplode il contrasto tra material e immaterial e l etimologia delle parole ‘Venis’ (sorgente di luce) e ‘Venice’ nome del progetto che si occupa degli oggetti tangibili del nostro vivere ne è la conferma. In quel rettangolo si celebra l apologia del quotidiano: tazze, bicchieri, piatti, banali utensili di cucina che se fatti ad arte, oltre che assolvere all alto compito di farci vivere meglio, ci permettono di portare l arte a tavola. L uso del materiali Guzzini in acrilico trasparente come il cristallo, ma persino superiore in brillantezza e trasparenza per certi riflessi platino ed altre caratteristiche se la materia è inondata di luce, ancora maggiori del cristallo. Sì, parliamo di plastica, tanto vituperata quanto innocente e duttile che si appresta a sferrare un colpo mortale al vetro, un mondo di cristallo che sta per andare in frantumi. Bello, raffinato, etereo, status symbol culturale, carico di storia e simbolismi, ma fragile e il suo punto debole è proprio lì; nn a caso le ricerche e le sperimentazioni mirano a portare la plastica, dopo adeguata e specifica lavorazione, a sostituire definitivamente il vetro. L acrilico trasparente è ‘bello e possibile’, ma soprattutto infrangibile e più resistente rispetto il suo antenato; è così che potremo trattarli ‘con cura’, ma nn troppo, tanto nn si rompono. La scritta handle with care è destinata a scomparite dagli imballaggi. L acrilico è più leggero e dal punto di vista commerciale potrebbe riservarci delle sorprese in materia di dazi dopo la Brexit e la politica protezionistica di Trump, effetti lenti ma che ci saranno in futuro a incidere sul settore trasporti del mercato mondiale. Termini come ‘plastico’ e ‘plastica’ potrebbero essere oggetto di differenziazioni lessicali. Altri cambiamenti di costume sono da prevedere: scene di bicchieri spavaldamente infranti dopo il brindisi le potremo rivedere solo nelle scene di vecchi film, come pure piatti rotti in testa al partner litigioso. Modi di dire ‘come un elefante in un negozio di cristallo’ spariranno, anzi all ingresso del negozio, il buttafuori rigorosamente di colore (ma a quello siamo già abituati!) potrebbe dire all elefante: Prego, si accomodi, no problem. E molti altri aspetti socio-culturali, modi  di fare e pensare, potrebbero cambiare. Ma ci sono anche aspetti nn del tutto positivi. Le antiche vetrerie di Murano sono già state decimate per gli alti costi della lavorazione artigianale, ma sarà la plastica il colpo mortale all intero settore. Una ‘Morte a Venezia’ annunciata, ma nn meno dolorosa.

L azienda Guzzini, dopo aver trasferito forme d arte negli oggetti comuni della sua vasta produzione per migliorare la qualità del nostro quotidiano vuole dar loro anche immortalità sperimentando materiali sempre più innovativi e resistenti nel tempo. Nel ’38 introduce il Plexiglas, negli anni ’60 passa dagli acrilici da stampaggio all iniezione bicolore negli anni ’80, quindi iniezione assistita da gas ’90, fino a giorni nostri che vedono l abbinamento di materiali acrilici e policarbonati con porcellana, vetro, acciaio, legno. A questo presupposto di immortalità si affianca il suo impegno nello sviluppo di standard produttivi sempre più avanzati per la diffusione di oggetti belli e indistruttibili destinati a durare per l eternità. Un mondo di plastica è lì ad aspettarci e nn ce ne libereremo tanto facilmente.  Neppure la più lungimirante delle chiaroveggenti poteva – nella sua sfera di cristallo –  ipotizzare un simile destino per noi comuni mortali.

WP_20170405_12_09_31_Pro

Mariano Moroni

WP_20170405_12_42_29_Pro

Ermenegildo Pannocchia

WP_20170405_12_10_17_Pro

Caterina Tosoni

WP_20170405_12_06_41_Pro

WP_20170405_12_16_10_Pro

WP_20170405_12_19_45_Pro

WP_20170405_12_17_08_Pro

Digitalizzato_20170405

cartolinaNewYork

LINK CORRELATI:

https://commonspeeches.wordpress.com/2016/04/01/triennale-xxi-esposizione-internazionale-di-milano-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2017/03/02/brera-design-district-2017-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2016/03/06/brera-design-district-dal-12-al-17-aprile-a-milano/

https://commonspeeches.wordpress.com/2017/04/10/fuorisalone-2017-2-eventi-vari-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2017/04/12/fuorisalone-2017-luxury-world-di-colombostile-edy-rulli/

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in fiere a Milano e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a FUORISALONE 2017 (1) Material-Immaterial di Edy Rulli

  1. Pingback: FUORISALONE 2017 (2) Eventi vari – di Edy Rulli – | commonspeeches

  2. Pingback: FUORISALONE 2017 (3) – Luxury World di Colombostile – Edy Rulli | commonspeeches

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...