RADIATORI CON VALORE AGGIUNTO – Flags & imaginary skyscrapers – di Edy Rulli

wp_20170205_18_06_09_pro

Alla galleria Lattuada Studio di via dell Annunciata 31 – mostra di arte contemporanea M’HORO’ A MILANO a cura di Antonio Falbo e Vittorio Sgarbi.

M’horò, un artista che si cela sotto l anonimato, nulla si sa di lui (o lei). Sì, per essere nato, è nato, ma quando? Niente di niente. Si fa però riconoscere dalle sue opere che brillano di coerenza quindi il lavoro nn è poi così arduo. Perché far precedere la loro presentazione al pubblico da un battage pubblicitario quando le sue creature parlano per lui? In esse si riconosce il talento artistico e da esse  si lascia rappresentare a pieno titolo. E in questo caso l anonimato calza a pennello. Nn si sa nulla dell autore, ma molto dei materiali usati e nn c è da stupirsi: trattasi di radiatori di auto raccattate presso un demolitore ed erano  lì in attesa della definitiva rottamazione che li avrebbe allontanati per sempre da questo mondo; il materiale usato – figlio di un dio minore -in attesa della propria riconversione a nuova vita, è paragonabile al rinnovamento interiore, una rinascita spirituale per l uomo nn essendo possibile quelle fisica. Al possessore dell opera va l oggetto con tutto – il valore aggiunto – e commerciale, ma con esso anche una parte dell artista e i simboli che voleva rappresentare. La sua parte migliore! A compiere questa artistica opera di riciclaggio è un misterioso M’horò che come molti artisti esprime nel proprio lavoro il meglio di sé. Resta tuttavia difficile pensare che un radiatore arrugginito, ospite temporaneo di una discarica, magari abusiva, possa rappresentare le migliori qualità di un individuo, anche se è un artista. Pertanto è più facile convincersi che è arte tutto quello che porta alla trasformazione e rinascita di un oggetto usato, dopo che mani sapienti hanno modellato il metallo con la stessa duttilità dell oro, plasmato lamiere contorte, manipolato materia rigida come fosse argilla. Contorti i materiali, ma nn la mente che comanda con lucidità alla materia – in un mix di architettura e scultura – torsioni, evoluzioni strutturali fino al raggiungimento di determinate forme piacevoli ed apprezzate dal nostro sistema visivo.

wp_20170205_18_07_44_pro

img-20170205-wa0002

 

 

Questa voce è stata pubblicata in arte contemporanea e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a RADIATORI CON VALORE AGGIUNTO – Flags & imaginary skyscrapers – di Edy Rulli

  1. Pingback: TRANSFORMERS ART – upcycling non è recycling – Danilo Baletic -di Edy Rulli | commonspeeches

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...