ALPTRANSIT GOTTHARD di Edy Rulli

 

wp_20161114_19_33_01_pro wp_20161114_19_33_14_pro

Esibizione dei famosi Alphorn di Hanspeter Danuser presso il Centro Svizzero di via Palestro, 3 – Milano – che ha ospitato l evento.

Il 2016 è l anno in cui due colossi del settore infrastrutture internazionali vedono la luce. Il raddoppio del Canale di Suez e la quasi contemporanea apertura della Ferrovia di pianura del San Gottardo. Due giganti solo apparentemente lontani e diversi, ma che vantano importanti analogie. La loro utilità infatti si ricongiunge nei porti liguri, nei loro retroporti e piattaforme logistiche italiane  del nord-ovest e della metropoli lombarda. Per le grandi navi-container significa servire i porti liguri con un risparmio di 6 gg. di navigazione, rispetto il passato; nel 2014, l Egitto era il principale mercato per la Svizzera con uno scambio di 1,13 Mld. di franchi e 31.200 posti di lavoro su suolo egiziano, quindi è evidente che l opera andrà a  migliorare il traffico transalpino internazionale in transito dal San Gottardo  già oggi rappresentato da un quinto del volume delle merci trasportate. La rotta Benelux/Ruhr/Reno/Meno a nord e Lombardia/Piemonte/Emilia Romagna a sud, è la più importante in Europa e la preferita dagli operatori logistici per il traffico merci, ma anche nel settore turistico. Dopo 17 anni di lavori, la Galleria di base del San Gottardo, inaugurata il 1° giugno 2016, entrerà in servizio l 11 dicembre p.v. e sarà uno step importante verso la Ferrovia di pianura transalpina che potrà ritenersi ultimata solo con la galleria di base del Monte Ceneri in Ticino, e il corridoio nord-sud integrale di 4 mt. per i camion di 4 mt. di altezza alla fine del 2020 quando il traffico su strada potrà essere trasferito su rotaia. Questo tunnel ferroviario è lungo 57 km. costituito da due canne a binario unico, con una profondità di 2300 mt. sotto le Alpi ed è il più lungo e profondo al mondo; collega a nord Erstfeld con il portale sud di Bodio (Ticino) riducendone il tragitto di 30 km. ovviando gallerie elicoidali e le tante curve della vecchia linea di montagna. I treni merci viaggeranno alla velocità min. di 140 km/h e quelli passeggeri fino a 200 km/h. Nel 2007 entrò in funzione la galleria di base del Loetschberg lunga 34 km che portò un incremento del traffico passeggeri dell 80%, un dato questo anche garanzia di successo del San Gottardo a beneficio del turismo, mobilità privata, merci.

Immagini inaugurazione 1 giugno 2016 Traforo San Gottardo

La talpa impiegata per gli scavi della galleria

digitalizzato_20161122-3

Grand Hotel des Bains Kempinski – St. Moritz – Svizzera –

digitalizzato_20161122-4

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in gente viaggi Svizzera e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...