MANTOVA CAPITALE 2016 di Edy Rulli

IMG_20160324_130538

La corte dei Gonzaga con i suoi 400 anni di storia con Mantova, gioiello del Rinascimento, dopo un lungo sonnecchiare, si appresta a rinascere grazie all’ambizioso progetto varato lo scorso 27 ottobre che la nomina capitale della cultura 2016.
Con un palinsesto di 1000 eventi, seconda solo a Expo 2015, si vuole dimostrare che anche le piccole città possono rigenerarsi recuperando spazi, valorizzando l unicità del proprio patrimonio, aprendosi al contemporaneo e all internazionalità con l uso di moderne tecnologie e abolendo il concetto di periferia. La volontà nn è mancata, ma decisivo è stato il finanziamento regionale di 16 mln di euro, tanti bei soldini che hanno reso possibile la realizzazione del progetto, nn solo un operazione di marketing grazie anche al grande apporto di volontariato. Gemellata con Matera che sarà capitale nel 2019, Mantova ha anche beneficiato nel 2012 di uno stanziamento di 138 mln di euro per i danni del terremoto. Viaggio culturale che varca i confini regionali tanto è vero che anche Matera sarà rigenerata da un andata di soldoni, pari a ca. 500.000 euro come rimborso spese per questo viaggio culturale condiviso. Ma si sa, la Regione Lombardia può essendo da sola produttrice di 1/4 del PIL nazionale e la sua voglia di fare nn si ferma qui. Oltre al restauro di Palazzo Te, Palazzo del Podestà, Torre della Gabbia, Rocca di Sparafucile e altri monumenti, si sta organizzando la festa  del turismo della Lombardia a Milano il 29 maggio con la partecipazione dei suoi 1500 Comuni. Con l occasione sarà anche inaugurato a Montisola sul lago d Iseo, un ponte sul lago unico al mondo nell ambito del progetto Iseo Landart. Sono in Lombardia il maggior numero di siti patrimonio UNESCO e Mantova, Sabbioneta, Oltrepò e i liutai di Cremona lo sono, quindi nn resta che investire nel turismo e nella cultura. (NDR: mi sembra di capire che sono questi gli unici settori rimasti disponibili dal momento che importiamo gran parte dei beni che consumiamo.) L Italia e in particolare la Lombardia – superdotate di bellezze naturali – hanno a disposizione armi affilate per aggredire il futuro, perché allora nn usarle come volano della ripresa? Mantova nn è solo bella, ma dimostra di saperci fare, nel Welfare è ai primi posti come qualità della vita anche in termini ambientali e la sua posizione in campo hi-tech occupa il 4° posto tra le città più tecnologiche. La Mantova virtuale che conosceremo ci riserva un sistema di raccolta online di immagini ad alta risoluzione di opere d arte esposte in musei di tutto il mondo e online saranno visibili anche le gallerie e musei in cui sono esposte fisicamente. Nel campo virtuale è stato avviato il processo di digitalizzazione del patrimonio artistico nell ambito del progetto Google Art Project, il sistema integrato App Phygital City che coniuga sito WEB, app per Smartphone, Tablet e social Network al sistema smart city come il sito Mantova 2016.it, strumento unico di interazione con la città. Mantova città d acqua affacciata sul lago Inferiore, prepara esplorazioni a piedi, in bicicletta e in navigazione tra i palazzi e i canneti della zona umida delle Valli del Mincio, un ciclotour lungo il fiume alla scoperta dei meccanismi di movimentazione e governo delle acque, nel parco del Mincio 40 escursioni. Inoltre, in omaggio ad ogni altra forma d arte, esposizioni, musei, letteratura, pittura, teatro, cinema, danza ecc. con un dialogo multidisciplinare che nn deve esaurirsi con l evento, ma continuare all infinito.
Uno scambio di 1000 volontari tra la città dei sassi e quella dei Gonzaga a testimonianza della cultura come coesione sociale che sarà favorita dall ospitalità delle famiglie, delle associazioni e gruppi giovanili materani e mantovani. Tra i principali sponsor dell iniziativa la CARIPLO che ha finanziato oltre 11.000 progetti culturali per oltre 1 mld di euro poiché la cultura nn è fine a sé stessa, ma contribuisce a migliorare l occupazione.
Altri “numeri” per Mantova capitale che di “numeri” ne ha già tanti: all evento partecipano 69 comuni, 500 associazioni, 120 location, 15 musei, 36 ciclovie, 240 gg. di programmazione con inizio il 9 aprile ore 10,30 nel centro storico. Domenica 10 ore 18,30 concerto di Max Gazzé in piazza Erbe.
E’ stato detto molto, ma nn tutto. Ora nn resta che andarci!
IMG_20160324_122923
La bella sala del ridotto del Teatro alla Scala di Milano che ha ospitato la conferenza stampa.
img384
17799369_10203299727411263_1817241192224565414_n
Questa voce è stata pubblicata in eventi culturali e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a MANTOVA CAPITALE 2016 di Edy Rulli

  1. Pingback: World Wide Web Festival di Camogli di Edy Rulli | commonspeeches

  2. Pingback: MANTOVA CAPITALE Nr. 2 – MOBILITY – di Edy Rulli | commonspeeches

  3. Pingback: FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE DI CAMOGLI – Wired – di Edy Rulli | commonspeeches

  4. Pingback: FESTIVALDELLAMENTE 2016 – Sarzana di Edy Rulli | commonspeeches

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...