o o f – OLIOOFFICINA FESTIVAL 2016 di Edy Rulli

o o f

Cultura dell olio. Se ne parla tanto, ma male. Allora nn resta che rivolgersi a Luigi Caricato, oleologo e autore di ben 33 libri sull olio quindi persona sicuramente informata sui fatti. Ma c è così tanto da dire sull olio? Si direbbe di sì dal momento che si svolgono 1200 manifestazioni all anno in Italia. L oro giallo, così è stato definito, con una produzione pari al 30% negli anni ’60 oggi dimezzata perché nn si piantano più ulivi e quelli rimasti li sta falcidiando la Xylella nel meridione. Una tradizione di 6000 anni quando negli antichi oleifici c erano i frantoi a sangue così chiamati perché alimentati da forza animale o – dall uomo – al pari di un animale, appunto. Trattasi di archeologia industriale, ma sostanzialmente i metodi nn sono cambiati di molto, un po’ di innovazione se si pensa che gli ulivi nn sono piantati a caso, ma in filari per facilitare la raccolta, del gasolio nel motore che fa girare le macine del frantoio al posto del sudore e sangue dell uomo, e così via… Tematiche che saranno oggetto del 6° Festival oof Olioofficina 2016 in onda dal 21 al 23 gennaio al Palazzo delle Stelline in c.so Magenta a Milano e altro ancora:

L economia, come aumentare la resa della materia prima lavorata ora assestata al 15%, i pochi investimenti per il prodotto nazionale d eccellenza e sul campo ci batte pure la Spagna specie nel packing.

Arte da mangiare mangiare arte di Ornella Piluso. Scelta culturale che unisce questo movimento alla cultura dell olio. L arte del cibo evolvendosi, è giunta a molti linguaggi e avanguardia culinari, dalla cucina modernista alla nordica passando dalla Nouvelle Cuisine.

Senso della tradizione. Pane e…olio, sale e opzional pomodoro, era la merenda ideale e sana di quando eravamo bambini soppiantata dalle odierne merendine industriali poco dietetiche e salutari, spesso nel mirino dei nutrizionisti. Olio sul pane, un gesto di cultura consapevole in nome della salute collettiva che tutti dovrebbero fare se nn altro in rispetto alle nuove generazioni venute su a prodotti industriali dove la chimica fà da padrona.

Olio sì, olio no. Esistono vari tipi di olio d oliva, tutti adatti alla cucina, ma per l uso che se ne fà molto dipende dal prezzo. L extra vergine alias extraterrestre che scende sulla nostra tavola, la sua storia è scritta sull etichetta, ma nn sempre è storia vera. A disertare sempre di più è l olio di oliva vergine ottimo da cottura, anche perché è ormai latitante negli scaffali dei supermercati.

Olio di sansa di olive all indice nei vecchi libri scolastici, sembra sia stato rivalutato per l alta concentrazione di radicali liberi, ottimo per mangime animale, alla base della piramide della qualità, ma anche alla base della bottiglia come residuo del vero olio naturale. Chi ha paura dell olio di palma, un olio da frutto con le stesse qualità di acidi grassi del burro, al centro di battaglie ideologiche che – sembra – siano vuote di contenuti.

A qualcuno piace crudo. Adatto per condire è l olio extre vergine che la cultura crudista valorizza. Si assaggia  come per testare un vino o profumo pregiati. Come nell ambito del blending, alias miscela, dove si miscelano oli diversi scegliendo tra vari campioni d olio, da offrire al consumatore, fatto da professionisti dal naso ipersensibile, stesse analisi sensoriali richieste per creare un nuovo profumo. Yes, miscelare si può.

Fritto nn è peccato di gola e per il…fegato (se ce l hai sano!) se è fatto bene. Si usa olio d oliva adatto anche per conserve. Al Festival ci saranno 5 showcooking con assaggi di fritto misto italiano offerto da 5 famosi cuochi.

Mediterraneo, la bella canzone di Mango farà da colonna sonora al film in programma per il 21 gennaio in difesa del simbolo del Mediterraneo che sta scomparendo per effetto della devastante Xylella fastidiosa. Il paesaggio pugliese un tempo popolato da 60 milioni di alberi d ulivo di cui gran parte  millenari, sta modificando la propria fisionomia. E in assenza di certezze scientifiche si continua ad abbattere.

E tanto altro ancora all Olioofficina Festival 2016.

Questa voce è stata pubblicata in alimentazione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a o o f – OLIOOFFICINA FESTIVAL 2016 di Edy Rulli

  1. Pingback: OLIOOFFICINA FESTIVAL 2017 -Oil and food – di Edy Rulli | commonspeeches

  2. Pingback: EVENTI A MILANO – aprile 2017 – di Edy Rulli | commonspeeches

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...