A PROPOSITO DI ISLAM NR. 2 – di Edy Rulli – presentazione del libro IL CORANO spiegato da Magdi Allam

IMG_20150422_193428IMG_20150422_193349sallusti

NOTA DELL AUTORE: La serie Islam comprende altri due articoli con i seguenti link: https://commonspeeches.wordpress.com/2016/01/13/a-proposito-di-islam-nr-3-di-edy-rulli/

https://commonspeeches.wordpress.com/2015/01/12/a-proposito-di-islam-di-edy-rulli/

 

L ingresso della Milan Art  Gallery di via Alessi è presidiata da guardie del corpo.        Magdi Cristiano  Allam  si espone in prima persona per la sentenza di morte emessa 12 anni fa dagli islamisti che, a detta dello stesso Magdi, è gente di parola, mantengono sempre le promesse fatte. Convertito al cattolicesimo, Magdi è stata persona scomoda anche in Italia dove fu accusato di islamofobia, poi assolto grazie anche alla posizione chiara e collaborativa assunta da Il Giornale di Alessandro Sallusti.

Il Corano è un testo sacro, una sacralità macabra che legittima l uccisione dei propri simili, incita alla violenza, cosa che nn si riscontra in altre religioni, è apologia dell odio contro tutto ciò che nn si lascia islamizzare. Solleva il carnefice da ogni responsabilità demandandole d ufficio a quella entità celeste che è Allah, persona nn giuridica, quindi nn perseguibile a norma di legge.

Maometto, messaggero della parola di Allah, è salito agli onori della storia come abile condottiero partecipando di persona all eccidio di intere popolazioni che rifiutavano la religione islamica, sgozzando e decapitando egli stesso, così, tanto per dare il buon esempio. All inizio della sua carriera, il Profeta vantava atti di banditismo coadiuvato da briganti e seguaci perchè lo seguivano in scorribande di ogni tipo. Ciò produsse grandi ricchezze necessarie per autofinanziarsi perché le guerre costano, che gli permisero la scalata al successo diventando così portavoce ufficiale della volontà del divino Allah, dio supremo e unico del Pantheon politeista arabo, dopo l imposizione del monoteismo ad opera dello stesso Maometto. Nn si evince dalla lettura del testo sacro cosa abbia di più favorito l ascesa ai massimi livelli del potere, se il grande carisma personale del Profeta o la sua arte nel mietere terrore tra popolazioni inermi e disarmate, dedite alla pastorizia piuttosto che all agricoltura, pescatori, alias amanti del quieto vivere. E’ chiaro però che con lui nasce il primo fascismo di matrice religiosa, declinato nei secoli successivi nelle forme più disparate, ma con un comune denominatore: ottenere con la forza tutto ciò che si desidera, alla faccia della  democrazia . Maometto guerrafondaio a doc quindi dato che dopo di lui nn vi sono mai state mai tante guerre. Gli arabi furono dominatori per secoli in Spagna, in Sicilia, molte zone dell Europa, sulle sponde orient. merid. del Mediterraneo. Dopo la battaglia di Otranto, nel Gargano e Salento si trovano ancora le scritte evocanti la crudeltà degli invasori: Mamma, li turchiiiiiii!!!!!! Mentre prima si combatteva principalmente per differenze tribiali o questioni d onore, ved. la guerra di Troia durata 20 anni che sta a dimostrare quanto anche i nostri antenati erano bricconcelli!, con la diffusione dell islamismo jihadista, guerre, genocidi contraddistinti dal terrore sono la norma e componenti dell espansionismo stesso. Come secoli fa, ancora oggi nella battaglia quotidiana per la sharia, i malcapitati maschi adulti dai 15 anni in su vengono uccisi, stesse motivazioni, stesse arcaiche modalità di secoli addietro  nel dare la morte, donne e bambini resi in stato di schiavitù. Alla luce di ciò è più che mai stridente la necessità, peraltro avvertita solo da noi occidentali, di contestualizzare e reinterpretare i testi coranici che si confermano incompatibili con la civiltà e modernità e pura negazione di ogni forma democratica. Impossibile un parallelismo con il Cristianesimo che predica l amore e tolleranza, impensabile che Gesù capo della cristianità avesse potuto commettere altrettante atrocità. La figura di Cristo materializza il Vangelo mentre l Islam si sostanzia nel Corano, quindi via libera all attuazione di tutto ciò che prescrive. Solo due secoli dopo la morte di Maometto inizia la guerra santa nostrana ad opera dei Crociati, forse un po’ in ritardo per arginare l espansionismo islamico, quando ormai l enorme tragedia del fanatismo jihadista con milioni di martiri si era in gran parte consumata.

Uno stato islamico di fatto già esiste con ca. 12 mln di adepti, estensione territoriale pari all Italia, indipendente e autosufficiente grazie anche alla vendita di contrabbando del petrolio sul confine turco da cui partono voli diretti per tre importanti centri di addestramento Isis, raggiungibili anche via terra senza alcun controllo.  Sì, la Turchia, probabile centro commerciale dell Isis, in lista d attesa per entrare a far parte della Comunità Europea, responsabile ingiustificata del genocidio degli armeni (un intero popolo manca tuttora all appello e solo i turchi sono in grado di dirci che fine ha fatto!) e che ora deve anche difendersi dalle accuse di collaborazionismo con un fantasmatico stato islamico che tanto fantasmatico nn è!

E dell Europa che dire? Resa moralmente sempre più pavida dalla relatività della Chiesa, da quell essere cristiani di facciata, tutti credenti, nessuno praticante, inosservante anche di quei precetti soft della nostra dottrina che, se paragonate alla severe leggi coraniche, sono veramente poca cosa. Concretamente indebolita dal calo demografico assestato in Italia all 1,3% mentre già l 1,9% è segnale rosso. Poche nascite di fronte alla crescita esponenziale dei popoli arabi; già 40 anni fa veniva profetizzata una nn lontana conquista dell Occidente grazie ad un arma subdola, ma infallibile allo stesso tempo: “il ventre delle donne islamiche” che avrebbero generato figli a iosa, facendo così anche la nostra parte.

EDY RULLI

Questa voce è stata pubblicata in religioni e società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A PROPOSITO DI ISLAM NR. 2 – di Edy Rulli – presentazione del libro IL CORANO spiegato da Magdi Allam

  1. edyrulli ha detto:

    Ciao Edy, come già detto altre volte, nn condivido l idea di creare una guerra di religioni a fronte di atti gravi di terrorismo organizzato. Ebraismo, Islam e cristianità si rifanno allo stesso concetto di un Dio che glorifica e punisce e la Bibbia, come la Tora e il Corano, se letti e applicati alla lettera ci porterebbe alla preistoria. Mi dispiace, ma nn credo che le predicazioni del sig. Allam aiutino in alcun modo la gente. Edoardo

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...