OCCHIO ALL ETICHETTA

Nuove regole europee per l’etichettatura degli alimenti

Estratto integralmente dalla Newsletter TUV Italia genn. 2015

Il 13 dicembre scorso è entrato in vigore il nuovo Regolamento europeo sull’etichettatura degli alimenti. Esso si applica a tutti gli alimenti destinati al consumatore finale, compresi quelli somministrati da ristoranti, mense, ospedali, catering, nonché ai prodotti destinati alla ristorazione. Rimangono esclusi da gran parte delle informazioni obbligatorie gli alimenti pre-confezionati presenti nei supermercati “per la vendita diretta”. Tutti i prodotti etichettati in conformità alle regole in vigore, fino alla data di applicazione del nuovo regolamento, potranno comunque venire commercializzati fino all’esaurimento delle scorte.

Per conoscere in dettaglio le modifiche introdotte dal nuovo regolamento rimandiamo ad un esauriente articolo del Fatto Alimentare redatto nel 2011 in occasione della pubblicazione del Regolamento.Con la sua entrata in vigoresi rende necessaria per l’Italia la revisione del Decreto Legislativo n. 109/92,la norma quadro di riferimento per il nostro paese. A questo proposito lo scorso 10 dicembre il Ministero per lo Sviluppo Economicoha spedito alle Associazioni di categoria una bozza del decreto che introdurrà ulteriori modifiche allo stesso.

Tra le numerose questioni in discussione c’è quella relativa al fatto che l’Italia deve decidere se adeguarsi all’impostazione comunitaria di non richiedere che in etichetta compaia obbligatoriamente la sede dello stabilimento di produzione, o se riportare tale obbligo (già presente nel 109/92) anche nel nuovo decreto. Inizialmente l’Italia sembrava orientata verso la prima ipotesi, ma è recente la notizia che il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali abbia richiesto al Ministero dello Sviluppo Economico il ripristino dell’obbligo per i prodotti italiani. La discussione comunque è ancora aperta sia su questa che su altre questioni.

A tale proposito segnaliamo che sul sito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali è stata aperta una consultazione pubblica per conoscere le informazioni che i cittadini desiderano leggere in etichetta. Il sondaggio termina a fine gennaio: se vuoi partecipare e fornire il tuo parere clicca qui.

Le aziende italiane del settore alimentare trovano nel laboratorio pH, recentemente acquisito da TÜV Italia, un supporto nella stesura di etichette conformi alle nuove regole. pH è in grado di effettuare:
•la verifica dell’etichettatura e, su richiesta, il laboratorio può anche fornire un parere legale e, nel caso di piena conformità, rilasciare una dichiarazione di concordanza alle leggi vigenti;
•l’analisi dei prodotti e stesura dell’etichetta nutrizionale.

Se desideri maggiori informazioni su questi servizi invia una mail di richiesta a questo indirizzo.

Questa voce è stata pubblicata in regole alimentazione, safety food e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...