IL FILARE DI PIOPPI DEL CIMITERO MAGGIORE – atto primo – di Edy Rulli

Per la serie “Il silenzio è la virtù dei deboli”

Lo splendido filare di 70 pioppi secolari dell ingresso laterale del Cimitero Maggiore in via Gallarate è caduto sotto la mannaia di una cultura pseudo progressista di cui andiamo tutti molto fieri.

Il triste episodio è uno dei tasselli della storia di Expo già costellata di scandali e corruzione che indigna la comune morale dei vivi. Nessuno però poteva immaginare che anche la memoria dei nostri cari morti potesse essere oltraggiata permettendo il passaggio di quelle maledette acque di scolo – proprio in quel punto – e nn qualche metro più in là – Ma è accaduto! Allo scopo un enorme tubo di cemento è già stato interrato e posizionato perfettamente a ridosso di tutto il muro di cinta del Cimitero.

Il collaudo è previsto per febbr.2015 e dobbiamo augurarci che niente vada storto poiché esondazioni, allagamenti, rottura di tubazioni e quant altro sono pur sempre possibili.

Le conseguenze sarebbero da film dell orrore, facilmente immaginabili e da brivido, data l immediata vicinanza di tombe e fosse…

SE CIASCUN TACE di Luigi Caroli

Nel giro di un paio di giorni sul viale del Cimitero Maggiore hanno massacrato

70 alberi. Per proseguire nei lavori della VIA D’ACQUA utili solo ai corruttori

e ai corrotti che non vogliono restituire la pattuita mercede (non è detto che

sia denaro contante, potrebbe essere la promessa di una carica di sindaco).

Cantone non solo non ha colpito o fermato la corruzione ma la sta agevolando.

Il ritornello di corruttori e corrotti è: “SE CANTONE NON INTERVIENE, VUOL

DIRE CHE TUTTO VA BENE”.

Cantone dichiara ai giornali:”Ho ricevuto la rassicurazione che non ruberanno”.

Non basterebbe ricevere questo messaggio tramite internet? I giga sono pochi!

E’ proprio indispensabile il tigivi Napoli-Milano-Napoli?

La Pinotti-candidata al settennato-non potrebbe prestargli un volo d’addestramento

militare un giorno alla settimana? Cantone potrebbe atterrare sulla piattaforma EXPO scortato da droni e ladroni.

Avrebbe così più tempo per vedere qualche scempio compiuto o compiendo

nel corso di inutili e loschi lavori. Sono tanti e potrei accompagnarlo io.

Se la corruzione è prescritta se iniziata prima della nomina è questa la ragione

per cui il ragazzotto-già scomunicato dai vescovi per eccesso di falsa testimonianza

(8. comandamento)- l’ha ritardata di tre mesi?

C’era qualche COCOOP da salvare?

“L’ALBERO DELLA VITA SI FARA’”.

Cantone ha detto si ma a una condizione rigorosissima: l’ideatore non può essere

il progettista.

Ma lo stesso ideatore aveva già detto-tre mesi fa-di non essere capace di fare il

progetto.

Cantone ha approvato la spesa ma come avrà fatto a stabilire che è giusto

il costo di un’opera senza avere visto prima il progetto? Cosa ovvia perché non

sarà pronto prima di quattro mesi.

E’ quindi un albero venduto tanto al chilo ma con la proibizione di pesarlo.

Ho la sgradevole impressione che di questi appalti Cantone abbia scarse

conoscenze.

E’ capacissimo per contro di dire cosa dovrebbe fare DE MAGISTRIS. Ma li’ basta

la circumvesuviana e il deficit pubblico aumenta di poco.

Alla prossima.

Luigi Caroli

Questa voce è stata pubblicata in canale d acqua Expo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...