C.F.C.I.I. Chambre Francaise de Commerce et d Industrie en Italie di Edy Rulli

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineCome ogni anno, in omaggio al percorso emblematico dell eccellenza degli scambi franco-italiani, vengono assegnati dalla CFCII premi e trofei a imprenditori della comunità di affari italo-francese e personalità del mondo istituzionale che si sono distinti per la promozione, lo sviluppo e il consolidamento di soluzioni bilaterali economico-finanziarie tra i due Paesi.

Tra le imprese premiate il gruppo Barilla, tutte ugualmente importanti, ma forse più conosciuta al pubblico dei consumatori con un rekord di investimenti in Francia di 47 milioni di euro, come dettagliato nel seguente stralcio di rassegna stampa. Dati confortanti e ci rallegriamo per i nostri cugini francesi, ma nel contempo vorremmo che anche nel nostro paese, dove le fabbriche chiudono, delocalizzano e si sono registrati in un anno 14.000 fallimenti e 100.000 aziende chiuse, si riprendesse ad investire. Sperare in una inversione di rotta da parte degli investitori nostrani attirati dal miraggio del Middle East è legittimo, come legittimo è il tentativo di sfatare il mito che ‘al mercato nn si comanda’. Yes, we can!

L evento è stato ospitato dal prestigioso Westlin Hotel di p.za della Repubblica dalla cui terrazza, sull sfondo visibile dalla foto, i grattacieli di P.ta Nuova con l Unicredit-Tower di p.za Gae Aulenti, l elegante salle à manger, sala conferenze, i grattacieli di P.ta Nuova (ex Isola)

LA BARILLA PREMIATA PER GLI INVESTIMENTI IN FRANCIA

Per il Gruppo Barilla, la Francia è il primo mercato europeo dopo l’Italia e uno di quelli in cui intende svilupparsi maggiormente nei prossimi anni. La Francia vale più di 500 milioni di euro di volume d’affari (dati 2013) per i prodotti a marchio Barilla, Harrys, Mulino Bianco, Wasa e Academia Barilla, e comprende sei siti produttivi che realizzano 150 mila tonnellate di prodotti di panetteria (pancarré, brioche, ecc.). Barilla Francia conta più di 1500 dipendenti.

La nuova linea Harrys costituisce la prima tappa – del valore di 14 milioni di Euro – di un programma di investimenti di 47 milioni avviato dal Gruppo Barilla al fine di rafforzare ulteriormente la propria presenza in Francia. Sono stati infatti previsti 30 milioni di Euro per il raggruppamento e l’ammodernamento delle fabbriche Harrys di Châteauroux per dar vita ad uno dei più grandi siti di produzione industriale di panetteria in Europa. Infine, è programmato anche un investimento di 3,2 milioni per il sito di Valenciennes.
Sono occorsi meno di sette mesi per realizzare la nuova linea produttiva Harrys, la cui capacità di produzione è maggiore del 50% rispetto a quella delle linee standard e permette di realizzare ben 24 milioni di confezioni di pane “100% Mie” (pan carré senza crosta) all’anno. La nuova linea permetterà inoltre l’assunzione a termine di 40 nuovi dipendenti, aumentando così di più del 25% la forza lavoro del sito Plaine de l’Ain.

foto di Edy Rulli.
Questa voce è stata pubblicata in economia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...