EL NOST MILAN ospite di Palazzo Spinola di Edy Rulli

Immagine

EL NOST MILAN

Il prestigioso palazzo Spinola di via S Paolo 10 – MIlano – apre le porte alla presentazione del libro LA MENEGHINA E MILANO: 90 anni di impegno per la cultura milanese, a cura di Alessandro Gerli, vice presidente dell Associazione Culturale Biblioteca Famiglia Meneghina-Società del Giardino. Il volume è redatto dai componenti del Consiglio e dal Comitato Scientifico dell Associazione stessa. La pubblicazione del libro è stata possibile anche grazie a sponsor milanesi disinteressati al ritorno economico.
La Famiglia Meneghina nasce nel 1924  come club. Nel 1994 viene fondata l Associazione Culturale che riceve in dotazione la biblioteca, considerata la più specialistica su Milano. Nel 2010 modifica la propria ragione sociale in quella attuale, stringendo un forte legame con la Società del Giardino. L Associazione culturale oggi sostiene la milanesità e le iniziative culturali  per i milanesi mirando a  tenere insieme i capisaldi della sua cultura e identità . La Biblioteca dell Associazione ha come obiettivo la conservazione e diffusione della memoria storica di Milano.

Nel 1955 l imprenditore milanese Binda finanzia la stesura del catalogo; nel 2004 e nel 2011 ne vengono pubblicati altri due, arrivando così a censire un patrimonio librario che comprende 12.000 titoli pubblicati dal 1500 ad oggi, nonché un archivio con rassegne stampa, immagini e documenti manoscritti e a stampa ancora oggi strumento di consultazione per studenti universitari, giornalisti e studiosi. Fra i collaboratori del volume ricordiamo: il dott. Salvatore Carrubba, giornalista, già assessore alla cultura del Comune di Milano che ha fornito una carrellata di eventi storici che hanno caratterizzato la realtà milanese dell era pre e post fascista; il prof. Edoardo Teodoro Brioschi,  presidente dell Associazione e la prof. Silvia Morgana, insigne linguista, accademica della Crusca e presidente del Comitato Scientifico dell Associazione che ha steso un testo sui convegni sul dialetto milanese, organizzati dalla Famiglia Meneghina nel corso di 70 anni (il primo fu del 1926).


Nel 1919 nasce il movimento fascista, un rapporto nn facile con Milano tra scandali e attentati, che trova contrari illustri imprenditori come Olivetti e Pirelli e la Chiesa che tenta di difendere la propria autonomia.
Nel ’22 D’Annunzio dalle finestre di Palazzo Marino fomenta la folla e dà inizio alla giunta fascista presieduta dal Podestà.
Nel ’20 giunge a Milano dal Veneto il giovane Mondadori che con Bombiani e l aiuto finanziario dell industriale Borletti crea le basi dell editoria italiana.
Questi anni sono decisivi per la svolta storica che sta per interessare il Paese dovuto all intreccio tra finanza, economia, politica, cultura, nn facilmente decifrabile.
Nel ’23 avviene l inglobamento di molti comuni dell hinterland facendo superare a Milano il milione di abitanti. Si inizia a parlare di copertura del Navigli. Mussolini voleva una città in verticale, ma i grattacieli sorgeranno solo dopo la guerra.
Nel ’27 nasce la Borsa, nel ’29 la Camera del Lavoro, nel ’32 Palazzo di Giustizia, nel ’33 la Fiera a piazza Giulio Cesare, nel 34 le Università Statale e Cattolica. Riapre la Pinacoteca di Brera.
Nel ’27 grande mostra al Castello Sforzesco con la collezione Bertarelli.

QUESTO E ALTRO ACCADEVA A MILANO E SCUSATE SE E’ POCO!!!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in cultura e costume e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...