IL CANALE VOLANTE di Luigi Caroli, Consigliere CdZ 8

Cari amici…
…dei parchi e di una MILANO più vivibile e meno corrotta.
Dissento da quanti hanno sostenuto che la riunione in zona 7 è stata “senza risultati”.
Una persona non ha ottenuto il risultato sperato: Luigi Confalonieri.
Sono stati invece certificati alcuni fatti:
1) Il traditore c’è stato. L’ho detto tre volte ad alta voce e Confalonieri ha minacciato
di andarsene perché non sopportava che lo si dicesse. Diavolo, chi avrà promesso
i trenta denari? E’ apparso evidente che lui non è “il mediatore”. E’ solo un attenuatore
delle proteste e un alka-seltzer. Deve digerire ai cittadini, specie a coloro che hanno
votato Pisapia, cose indigeste. Si è esibito in falsità che gli ho puntualmente fatto
rilevare.
1A) Ha sostenuto di aver firmato in mattinata l’accordo con la zona 8. Con chi? Non
si sa! Due membri del direttivo (o di quel che ne è rimasto) erano presenti e non
hanno replicato. Da Roma Fornaroli mi ha telefonato per dirmi che lui non aveva
firmato. L’avrà fatto lo Spirito Santo?
1B) Confalonieri ha ripetuto per ben tre volte che l’accordo era passato “a larga
maggioranza”. La stessa cosa era scritta nel comunicato stampa fasullo ma preso
per buono da tutti i giornali. Io non c’ero ma dai vostri resoconti a me non pare
fosse andata così.
1C) Ha affermato che in zona 7 si doveva fare un accordo come quello di zona 8,
già stipulato. A questo e non ad altro il traditore è servito. A spalancare la strada, a
far fare bella figura a Confalonieri e a fornirgli il grimaldello che avrebbe reso inutili
i successivi interventi, per quanto giusti potessero essere.
1D) Ma quale bella figura può fare uno che asserisce che, dopo questi lavori – che,
a suo dire, non si possono non fare – i parchi saranno più belli e gioiosi di prima.
Gli credete? Ha proseguito affermando che non si possono sprecare 2300 litri di
acqua purissima che viene dal Panperduto. S’impegna lui a bere – come acqua di Fiuggi –
l’acqua che uscirebbe dal laghetto EXPO? E l’acqua del Naviglio Grande non arriva
dal Panperduto? In condizioni normali non trasporterebbe più di 900 litri al secondo,
una quantità ridicola per irrigare i campi.
1E) Dei costi dell’opera – che irriga alcune capaci tasche – a lui non frega niente. Ma
il “suo” sindaco piange quotidianamente miseria e aumenta tutte le tasse e le tariffe
che può. Per pagare il premio di rendimento a Confalonieri (70000) e far guadagnare
ad Acerbo (responsabile del procedimento) più di 1 milione di euro oltre al mezzo milione
che EXPO già gli elargisce?
2) R. -ingegnere MM – è incompetente. Nell’ambito tecnico del Comune di Milano la
cosa è nota a tutti. Mente senza pudore. I carotaggi “veri” lui e collaboratori non li hanno
mai fatti. All’Ufficio Bonifiche del Comune non se n’è trovata traccia. E se qualche scavo
hanno fatto ciò è avvenuto in modo non regolamentare. Ha affermato che sia in Quarenghi
che nel Parco delle Cave il terreno è risultato pulito. Non c’è quindi nessun bisogno di
bonifiche. Certo, se hanno analizzato il terreno asportato -brevi manu – dalle colline
del varesotto! La ditta che fa le analisi per M.M. non è come potreste pensare ingenuamente
voi l’ARPA ma sono dei privati. Amici naturalmente con sede nel varesotto.
2A) Il “grande”(alto 1,90) progettista ha affermato che non possono passare (quando
l’hanno scoperto?) sotto via Novara ma faranno un “canale volante” che passerà sopra.
Potrete passarci sotto in caso di piene estive e fare una doccia ristoratrice, oppure
lavare la macchina gratis.
SARA’ LA VERA ATTRATTIVA DELL’EXPO. ALMENO DUE MILIONI DI VISITATORI
VERRANNO APPOSITAMENTE PER VEDERLO.
2B) Il percorso suggerito da Italia Nostra-ha proseguito – non si può adottare perché ci
vorrebbero quasi tre mesi per la conferenza dei servizi. E ALLORA CHE TIPO DI TAVOLO
DI TRATTATIVA E’ STATO QUELLO DI IERI?
2C) Ha concluso che loro sono in perfetto orario con i tempi ma, come vi ho già scritto,
i tempi contrattuali (608 giorni) scadrebbero il 29 maggio 2015 ed EXPO comincia il
1. maggio. Fra l’altro tutte le opere dovrebbero essere concluse prima del 31 gennaio per
gli indispensabili collaudi.
LUI E CONFALONIERI – DI CONSERVA – AFFERMANO CHE FINIRANNO IN TEMPO L’OPERA.
VOI CI CREDETE?
Cari amici, Confalonieri ha provato a riesumare la verginità di Pisapia con una plastica facciale
che non è riuscita. Ai cittadini milanesi – che non si sentono sudditi -non restano che la protesta
e la lotta. Questo canale non s’ha da fare.
Alle 8,30 portando le brioche ai presidianti ho appreso una cosa interessante: chi si è battuto
per l’interramento in Pertini -dove saranno i disegni?- ha certo pensato che per un tubo di
mezzo metro di diametro non ci volesse poi un grande scavo. Un operaio della Maltauro
ha invece detto che sarà necessaria la grossa scavatrice che c’è ora in via Caldera – ben presidiata –
che lo scavo sarà più largo di 10 metri (come quello già visto a Trenno) e che il tubo sarà in cemento
da due metri per due. Per il parco Pertini sarebbe peggio che se il canale fosse en plein air!
Orrendamente squarciato per un’opera inutile.
Dulcis in fundo. Confalonieri ha detto che ci sarà una commissione di cittadini a vigilare.
Naturalmente sarà lui a scegliere le volpi da mettere a guardia del pollaio. Il capobranco
comincia per E.
Luigi Caroli
Questa voce è stata pubblicata in canale d acqua Expo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...