SAVE THE PARK DALLA VIA D ACQUA, UN CANALE BRUTTO, SPORCO E COSTOSO, PRATICAMENTO UNO SCOLO

Nel Parco Agricolo Sud Milano nella cintura verde Ovest, nel 1971 nasce lo storico Parco di Trenno anche noto per le attività socializzanti che si svolgono al suo interno e  che, con Bosco in Citta e Parco delle Cave, si inserisce nel progetto Parco dei Sentieri interrotti. Questi 800 ettari di parchi e aree agricole ricevono il 19-12-2003 dalla UNESCO il riconoscimento del titolo “Tesori del Mondo”. Bosco in Città, primo esempio di forestazione urbana in Italia, si annovera tra i patrimoni dell umanità che farebbe pure rima, ma qlc nn collima con l insidioso progetto Via d acqua, nient altro che un canale perimetrale di scolo dell EXPO – alias un mero scolmatore – che si porrebbe trasversalmente ai canali naturali già esistenti e risalenti al XIV sec. Questo bosco cittadino, stupendamente inserito nel grande sistema di verde, parchi, aree agricole, ricco di fontanili, canali naturali, condotti sotterranei, vedrebbe transitare  con il suo misero carico d acqua, questo “canaletto” che scorre in un alveo di cubetti in cemento armato prefabbricato ad incastro e che nonostante il nome, nn ricorda minimamente un opera d arte, prima di dirigersi verso la Darsena.

In questo contesto naturale, un tempo sorgevano alcuni borghi agricoli dell hinterland che operavano la nobile arte di rifornire Milano di ogni tipo di derrate alimentari, cosa che oggi alcuni ardimentosi vorrebbero fare con il progetto Prodotti Km Zero. La via Lampugnano, allargata 40 anni fa, era una stradina a misura di cavallo edificata nel ‘600 e della stessa epoca sono le numerose, pittoresche cascine tipiche lombarde presenti nella zona, tutte sotto vincolo architettonico delle Belle Arti. Ebbene, davanti a tanta bellezza, come nn prevedere insidie urbanistiche + o – legali che di fatto in parte si sono verificate.

20 anni fa una bella fetta del Parco di Trenno se ne va con la costruzione dello Sporting Club sulla Cascina Bellaria ang. via Novara, azione ostacolata dagli attivisti che riuscirono solo a ritardare di 5 anni la sua realizzazione. Sempre sulla via Novara, due Ristoranti piazzano bellamente i propri giardini privati in un tratto di area pubblica a ridosso di Bosco in Città. La Cascina Maura vicina alla Clinica Veterinaria, come d incanto trasforma la destinazione d uso delle stalle in abitativo costruendo un residence di pregio grazie alla sua area  contigua al Parco di Trenno. Esempio questo che sarà presto seguito dalla proprietà privata dell ex Onda Anomala. Nell area confinante delle ex piste di allenamento della soc. ippica Trenno, è latente la minaccia di costruzione di un mega complesso residenziale opportunamente valorizzato dalla presenza di piante secolari e verde pubblico.

Per fortuna nn realizzata 10 anni fa una strada carrozzabile che andava a dividere in due il parco, ma è di oggi la proposta indecente di realizzare la via  d acqua, in secca 6 mesi alla anno, né carrozzabile, né navigabile, ma neppure balneabile per quei milanesi costretti in estate a restare in città e che vorrebbero rinfrescarsi un po’. Quindi come nn inorridire davanti ad un opera nn voluta, brutta, sporca e pure costosa. Se con gli stessi soldi si potessero abbellire tutte le aree a verde allora sì che i Giapponesi arriverebbero a flotte per fotografare! Ciliegina sulla torta, se gli attivisti nn fossero intervenuti, le ruspe della Maltauro, oltre che dissacrare il Cimitero degli Inglesi di proprietà del Commonwealth, avrebbero anche abbattuto rari esemplari di pino bianco (Pinus strobus) presente nei pressi del Cimitero.

La via d acqua nn è che l ultima insidia ad un bene pubblico – in ordine di tempo – un insulto al territorio, un opera inutile che nn ne rispetta le sue caratteristiche naturali.

ORA IL NEMICO LO CONOSCIAMO, NN RESTA CHE COMBATTERLO!!!!

EDY RULLI

Questa voce è stata pubblicata in Peogetti Expo 2015 e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...