INTERNET E GLOBALIZZAZIONE di Edy Rulli

Lettera 3 a GIAPPONE OSPITA MILANO

INTERNET E GLOBALIZZAZIONE

Caro Enzo,

Nn volevo liquidare tout court il tema complesso della globalizzazione come forse ho fatto, ma quando si coinvolge Internet bisogna aprire un nuovo capitolo. Internet supera opportunamente le difficoltà linguistiche perché ciascun operatore economico dei vari settori merceologici, della finanza e quant altro, in nome del business usa la chiave giusta per comunicare con il proprio interlocutore. Si presume che ogni operazione on-line implicando il “trasferimento” di dati e conoscenze porti poi a dei risultati sul piano economico che a loro volta si traducono in “trasferimento” di persone da un paese, continente all altro, a breve, medio termine, ma anche in condizioni di NO RETURN. Una volta raggiunta la destinazione la storia del “dato trasmesso” finisce lì, mentre per l uomo ne inizia una nuova. In quanto poi agli scambi culturali, viaggiando in paesi stranieri, magari divulgati e reclamizzati da Internet, al termine del suo viaggio il turista per caso potrebbe pensare che nn c è stato alcun “scambio di culture” tra ospite e ospitante x oggettive barriere linguistiche. Se poi il comune mortale volendo solidarizzare con una donna araba vittima di violenza maschilista si affida ad un Blog che porta avanti una petizione a favore della sua causa, ciò avviene senza che vittima e benefattore si siano mai guardati negli occhi. Quindi Internet può anche by-passare le difficoltà linguistiche e rimanere un grande strumento di comunicazione, una finestra aperta sul mondo, socchiusa sugli altri inquilini del pianeta. Internet, se strumento in mano ai fautori della globalizzazione, diventa un arma a doppio taglio, vedi il Nuovo Ordine Mondiale x l omologazione di tutte le menti; ma c è poco da omologare, come ha dichiarato il premio Nobel x la pace: “L umanità nn è mai stata così divisa e così vicina all autodistruzione”. Internet è anche stata artefice della Primavera Araba la cui mente mediatica risiedeva in Islanda, chi l ha voluta, decisa e manovrata – a distanza di migliaia di km – nn lo sapremo mai.

Se poi vogliamo tradurre la questione globalizzazione in termini di inquinamento ambientale e costi energetici che il trasferimento di enormi masse da un continente all altro, beh, questo è un altro capitolo ancora…

EDY RULLI

Questa voce è stata pubblicata in fenomeni sociali e tecnologia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...